CassinateToday

Cassino, cittadino 27enne romeno arrestato per favoreggiamento della prostituzione lungo la consorziale Fiat

Nella serata di ieri, in Cassino e Villa Santa Lucia, i militari del N.O.R.M. della Compagnia, a conclusione di indagini, arrestavano un 26enne cittadino di nazionalità romena, residente nel cassinate, per favoreggiamento della prostituzione.

Cassino1-5

Nella serata di ieri, in Cassino e Villa Santa Lucia, i militari del N.O.R.M. della Compagnia, a conclusione di indagini, arrestavano un 26enne cittadino di nazionalità romena, residente nel cassinate, per favoreggiamento della prostituzione. Le indagini, consistenti in pedinamenti ed appostamenti, consentivano di acclarare che il suddetto, quasi tutte le sere, dopo aver prelevato due ragazze di nazionalità bulgara da un appartamento situato nel centro abitato di Cassino, le accompagnava sul “luogo di lavoro”, lungo la Consortile Fiat, sostando nelle vicinanze nel chiaro intento di vigilare sull’operato e a protezione delle stesse. Accertato ciò, alle ore 23.00 circa, il personale operante interveniva nel momento in cui, a conclusione della “giornata lavorativa”, lo straniero, a bordo della propria autovettura, prelevava le due meretrici per riaccompagnarle presso il proprio domicilio. L’uomo veniva tradotto presso quella Casa Circondariale, mentre l’autovettura usata sottoposta a sequestro.

CASSINO, ANCORA LEZIONI DI LEGALITÀ CON IL TENETE GRIO A CIRCA 200 STUDENTI

In Cassino, nell’ambito delle iniziative connesse al Protocollo d’Intesa tra l’Arma dei Carabinieri ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sulla “Formazione della cultura della legalità”, il Tenente Emanuele GRIO, Comandante del N.O.R.M. della Compagnia, ha tenuto un incontro presso il Liceo Classico “G. Carducci”, unitamente a personale del Nucleo Carabinieri Cinofili di Roma, intervenuto con due unità. All’incontro hanno partecipato circa 200 studenti ed alcuni docenti appartenenti al citato Istituto. Cassino1

Nel corso della riunione, il Tenente ha illustrato alla scolaresca presente alcuni argomenti del protocollo: l’abuso di alcool e di sostanze stupefacenti tra i giovani, il bullismo ed il cyberbullismo, spiegando le nozioni essenziali ed i pericoli che corrono i giovani sugli argomenti in trattazione. Il personale del Nucleo Cinofili dei Carabinieri, invece, utilizzando le unità cinofili specializzate nella ricerca di sostanze stupefacenti; un cane di nome “Amore” e quella per gli esplosivi; di nome “Brics”, hanno effettuato una dimostrazione pratica delle loro attitudini e, in particolare l’individuazione della droga e del materiale esplodente.

L’attenzione dei partecipanti è stata altissima e numerose sono state le domande di approfondimento rivolte all’Ufficiale ed al personale dei cinofili, dagli studenti e dai docenti che hanno apprezzato molto l’iniziativa e la vicinanza dell’Arma ai cittadini.

Potrebbe interessarti

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Incendio alla Mecoris, livelli di Pm10 alti. Chiusi gli uffici pubblici e stop alle attività private

  • Il Lazio Pride? Una partenza con il botto

  • Cassino, il sindaco Enzo Salera presenta la Giunta. Il suo vice è Francesco Carlino

I più letti della settimana

  • Brucia azienda di smaltimento rifiuti speciali, nube nera su Frosinone. Aria irrespirabile

  • Colleferro, ispettore di Polizia si sente male in commissariato e muore in ospedale

  • Incendio Mecoris, i capannoni contenevano quintali di rifiuti indifferenziati

  • Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

  • Tragedia sfiorata in A1, auto della Polizia si ribalta dopo un tamponamento (foto)

  • Strangolagalli, imprenditrice di 47 anni, schiacciata da un muletto, una morte tinta di giallo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento