CassinateToday

Regione, Abbruzzese (fi): istituire commissione medica patenti nel Lazio meridionale

"Ho scritto al presidente della giunta Regionale, Nicola Zingaretti, al presidente del Consiglio Regionale, Daniele Leodori e per conoscenza al Commissario straordinario della Asl di Frosinone, Luigi Macchitella per richiedere un loro fattivo...

"Ho scritto al presidente della giunta Regionale, Nicola Zingaretti, al presidente del Consiglio Regionale, Daniele Leodori e per conoscenza al Commissario straordinario della Asl di Frosinone, Luigi Macchitella per richiedere un loro fattivo intervento alla localizzazione di una Commissione Medica per le patenti nel Lazio meridionale". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e presidente della Commissione Speciale Riforme Isituzionali.

"Come noto, in data 14/09/2016 ho rivolto interrogazione urgente a risposta immediata in aula, al Presidente della Giunta Regionale del Lazio, allo scopo di sapere se riteneva di attivare, nel più breve tempo possibile, una Commissione Medica per le patenti presso il Comune di Cassino ed in generale nel Lazio Meridionale.

La risposta alla mia interrogazione, fornitami in aula dall’Assessore incaricato, è stata che la Regione Lazio ha in corso l’iter per la previsione della suddetta Commissione finalmente anche a Cassino.

Orbene, a distanza di quasi 50 giorni dalla interrogazione, ad oggi non vi è traccia, ne di alcun intervento strutturale, ne documentale, dell’impegno assunto circa la realizzazione di una seconda sede nel Lazio meridionale.

A tale scopo, giova ricordare che la Commissione Medica locale Patenti, istituita con L. 16 Dicembre 1992, n.945, ai sensi dell’art 119 del codice della strada,provvede all’accertamento dei requisiti psichici e fisici del candidato o candidato o conducente e sovrintende all’istruttoria di richieste promananti da un vasto orizzonte di utenti svantaggiati quali i Mutilati e minorati fisici, ultrasessantacinquenni con patente per trasporto di cose e/o persone, persone con invalidità, revisioni disposte dall’ufficio territoriale del Governo e della M.C.T.C., casi ritenuti dubbi dai medici certificatori, soggetti diabetici con patente superiore. Ora si verifica da tempo che il personale che svolge questa funzione di delicata utilità sociale, presso la ASL di Frosinone, peraltro senza oneri o spese per la Regione Lazio, è stata investita da una mole di lavoro non più fronteggiabile presso i ristretti ambienti deputati allo scopo, avendo raggiunto l’utenza il numero limite di 6000 richiedenti.

In virtù di ciò, la competente commissione, riconosciuto il grave disagio patito in particolare dai cittadini affetti da gravi e debilitanti patologie, costretti a farsi carico di ore di viaggio ed attesa in ambienti ove la calca non consente di essere ospitati adeguatamente, per fruire dei servizi della Commissione Patenti, ha ritenuto necessario ed ineludibile decentrarsi sul territorio per razionalizzare e funzionalizzare il servizio offerto.

Infatti, conformemente a quanto statuito con D.P.R. 16 Aprile 2016, n. 68, e Comma 16, art. 330 L.945/92, si prevede la possibilità di costituite più commissioni mediche locali con il limite, almeno, di una per ogni milione di abitanti nel capoluogo di provincia ed almeno una per ogni cinquecentomila abitanti in ogni provincia, esclusi quelli del capoluogo, e comunque in numero adeguato ad assicurare criteri di efficienza del servizio e di adeguata presenza sul territorio, in ragione della domanda espressa.

> Vi è da dire che l'istituzione di tale nuova commissione a Cassino, è stata richiesta sia dal sindaco come prescritto ed avallata e motivata dalla Commissione sedente presso la ASL del Comune capoluogo di provincia e che i requisiti per la sua istituzione risultano tutti soddisfatti.

Medesima richiesta è stata altresì avanzata alla Regione a Febbraio 2016 dal Presidente della Commissione Patenti di Frosinone, sulla scorta di riscontri oggettivi. Ciò significa circa 3000 utenti del cassinate, per lo più anziani ed invalidi, che ogni anno si recano presso la Commissione a Frosinone, dove ogni anno si effettuano circa 6500 visite, con evidenti disagi sia di ordine psico fisico che economico, atteso che, per ogni rinnovo di patenti gli utenti devono farsi carico di 2 viaggi tra andata e ritorno di quasi 100 km.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Purtroppo ad oggi, pur di fronte ad una grave problema di natura sociale, nessun genere di riscontro alle istanze del territorio è mai pervenuto da parte della Regione Lazio e la situazione non può più essere sostenibile.

Per questo ho chiesto un intervento, conformemente all’impegno assunto in sede di question time, allo scopo di dare soluzione ad un problema che riguarda l’intera provincia di Frosinone". Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento