CassinateToday

Pontecorvo, materiale pedopornografico in casa e sul computer: indagato un quarantenne

La Procura di Roma ha dato mandato agli investigatori della Polizia Postale e della Squadra Mobile di Frosinone che, questa mattina, hanno perquisito l'abitazione di un professionista

Un presunto giro di pedopornografia on line riguarderebbe anche la provincia di Frosinone e in in particolar modo un uomo residente a Pontecorvo, un professionista di 40 anni che questa mattina è stato interrogato, in qualità di indagato, presso la questura di Frosinone. La procura di Roma da mesi sta infatti indagando su una lunga serie di reati legati all'utilizzo di materiale pornografico che vede come 'oggetti del desiderio' solo ed esclusivamente minori. Un'indagine delicata che ha visto la collaborazione della Polizia Postale e del personale della Squadra Mobile della questura di Frosinone. Gli agenti del questore Rosaria Amato hanno perquisito l'abitazione e l'ufficio dell'indagato.

La prevenzione della Polizia nelle scuole

La Polizia di Stato da mesi sta portando avanti nelle scuole di tutta la Provincia un progetto di educazione ed informazione alla legalità ed alla prevenzione. E nei giorni scorsi proprio nelle scuole superiori di Pontecorvo si sono svolti degli incontri tra i gli studenti e personale qualificato della Polizia di Stato che hanno spiegato ai ragazzi come riconoscere, mentre si naviga su internet, eventuali 'orchi' e coloro che con l'inganno possono indurre ad assumere atteggiamenti disinibiti davanti ad una web cam.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento